Chevrolet Beat Concept

NEW YORK – Injo Kim ha preso ispirazione dagli eroi di tutti i giorni per guidare il team che ha progettato il prototipo Chevrolet Beat, oggi al suo esordio al salone dell’auto di New York.

“Ogni mattina al risveglio, tutti desiderano essere eroi”, ha affermato Kim, viceresponsabile del team di progettisti per gli esterni della miniautomobile presso il centro di progettazione GM a Inchon, Corea del Sud. E nell’immaginazione di Kim, un eroe guida il prototipo Beat, l’interpretazione data da Chevrolet di una microautomobile di importazione con modifiche “tuning” che è “semplice, libera e informale, con un cuore forte”.

Il prototipo Chevrolet Beat è un coupè a tre porte con trazione anteriore, avvolto da luminosi esterni con una rifinitura Vertigo Green che sprizza energia e si estende agli interni. Il carattere complessivo della progettazione di esterni ed interni è tipico di una microautomobile con modifiche “tuning” ad alta tecnologia e prestazioni elevate, con fasce, pannelli antiurto, fari e cerchi valorizzati per una maggiore personalizzazione, in forte tendenza tra gli acquirenti di questo mercato.

Le linee esterne del prototipo Beat trasmettono velocità con una rapida e drastica inclinazione digradante dalla parte superiore dello spoiler posteriore giù fino al cofano, nonché fari anteriori allungati a LED che sembrano estendersi dalla base della mascherina a due prese d’aria fino al montante A. Le maniglie integrate sono installate a filo all’interno del montante B per conferire alle porte un aspetto pulito e lineare. I grandi e audaci cerchi da 17” sono spinti verso gli angoli, mentre le pinze dei freni con una finitura Vertigo Green abbinata introducono una punta di drammaticità nelle ruote. La fascia posteriore presenta i doppi gruppi ottici posteriori caratteristici di Chevrolet; queste luci a LED sono montate verticalmente e si estendono fin sotto il lunotto posteriore.

L’alto livello di energia prosegue dentro gli interni Tachyon Black/Titanium con un elemento avvolgente in Vertigo Green e un cruscotto di tessuto in colore abbinato. Il verde viene inoltre esaltato dalle cuciture a contrasto sui sedili in tessuto e maglia. Il montante nero presenta luci a fibra ottica che creano un effetto “stella”.

I giovani acquirenti si aspettano la tecnologia e il prototipo Beat non li delude con una plancia centrale dotata di un elemento a comparsa. Quando spinto verso l’alto, lo sportello rivela un sistema di navigazione e, quando spinto verso il basso, scopre un utile compartimento centrale. Il sistema audio Alpine di prima qualità è dotato di sei casse e un subwoofer montato nel bagagliaio.

“Il sistema audio e il juke-box a comparsa consentono di essere sempre l’anima della festa”, ha dichiarato Sungtae Baek, designer di interni per il prototipo Chevrolet Beat.

Il prototipo Beat è dotato di un motore a benzina turbocompresso da 1,2 litri abbinato a una trasmissione automatica.

Comunicato stampa General Motors del 4 aprile 2007

Annunci

2 pensieri su “Chevrolet Beat Concept

  1. Pingback: Chevrolet: al Salone di Detroit vedremo finalmente la Beat di serie « Matiz + Spark Blog

  2. Pingback: Detroit 2009: Chevrolet Spark « Matiz + Spark Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...